Quali sono i misuratori di glicemia più facili da usare? Info prodotti per caratteristiche e costi

Se vuoi scoprire quali sono i misuratori di glicemia più facili da usare, sei nel posto giusto. In questa breve guida ti spiegheremo tutti i metodi di utilizzo di questi apparecchi medici, in questo modo potrai scegliere qual è il prodotto più in linea con le tue esigenze. Ma prima di conoscere tutti i modi d’uso di questi dispositivi, scopriamo insieme cos’è un misuratore di glicemia e a cosa serve.

Misuratori di glicemia: cosa sono

I misuratori di glicemia, chiamati anche glucometri e lettori di glicemia, sono dei dispositivi medici molto diffusi. Si tratta di strumenti adoperati principalmente da chi soffre di patologie di disordine metabolico, come il diabete. Ma sono anche molti altri, i pazienti che fanno uso di questo dispositivo per monitorare i propri parametri. Con il misuratore di glicemia potrai valutare il tasso di glicemia nel sangue.

Il diabete è una patologia molto diffusa in Italia. Si divide in due disturbi: iperglicemia cronica e ipoglicemia. L’iperglicemia consiste nell’alto livello di glucosio nel sangue e avviene quando l’insulina, un ormone proteico, non è in grado di assorbire in modo corretto il glucosio nelle cellule. L’ipoglicemia invece si manifesta quando il tasso di glucosio nel sangue è al di sotto del normale. L’insulina quindi serve a mantenere stabili i livelli del glucosio nel sangue.

Il misuratore di glicemia rappresenta un vero alleato per chi soffre di questi disturbi. Infatti, i pazienti potranno monitorare in totale autonomia il proprio stato tramite una misurazione invasiva o non invasiva, a seconda del modello posseduto. In commercio troveremo diverse tipologie di glucometro. Facendo una rapida valutazione potremo scoprire quali sono i misuratori di glicemia più facili da usare.

Prima di ogni iniziativa, dovremo sempre consultare il medico curante che ci consiglierà la terapia da seguire, una dieta adatta a noi e degli esercizi fisici idonei. Usare i glucometri è molto semplice, esistono dei modelli più pratici e altri più fastidiosi, scopriamoli tutti.

Misuratori di glicemia facili da usare

Come abbiamo già spiegato nei paragrafi precedenti, in commercio esistono differenti modelli di misuratori di glicemia facili da usare. In base alle proprie esigenze potremo scegliere quello con la metodologia più adatta a noi.

Di solito si fa una differenza tra la costanza d’uso. Se dovrai usare il misuratore quotidianamente, sicuramente avrai bisogno di un apparecchio molto pratico, ovvero dei misuratori di glicemia facili da usare. Se invece dovrai usare in modo saltuario il prodotto, potrai anche orientarti verso i modelli più classici. Questo perché i modelli standard dispongono di molti accessori usa e getta che vanno ricomprati spesso. Si tratta di strumenti essenziali per l’uso, quindi se dovrai fare quattro monitoraggi giornaliere, questi oggetti finiranno subito.

Quando dovrai riacquistare gli accessori dovrai sempre fare attenzione alla compatibilità con il modello di glucometro in possesso, altrimenti la lettura non sarà precisa ed efficace. Nei prossimi paragrafi vi spiegheremo quali sono i migliori misuratori di glicemia facili da usare e quali sono i modelli classici e quelli più innovativi.

Misuratori di glicemia standard: pungidito e striscette

I misuratori di glicemia più diffusi e anche molto facili da usare sono quelli standard, ovvero i modelli con striscette e pungidito. Si tratta di modelli molto frequenti che sono caratterizzati da alcuni accessori usa e getta e monouso. Le striscette reattive, chiamate anche lancette, sono delle piccole stanghette che dispongono di un mini serbatoio all’interno del quale bisogna versare la goccia di sangue. I pungidito invece servono a bucare il polpastrello per far fuoriuscire la gocciolina di sangue.

Sia i pungidito che le striscette vanno spesso cambiate. Le ritroviamo in una scatolina contenente un numero vario di prezzi. Ma quando ci accingiamo ad acquistare una scatolina nuova, dovremo sempre ricordarci di controllare la compatibilità con il modello di glucometro in nostro possesso.

Spesso l’atto di dover spesso cambiare striscette può sembrare una schiavitù e potrebbe apparire fastidioso. Chi usa quotidianamente questo strumento potrebbe aver bisogno di molte scatole di ricambio a portata di mano.

Misuratori di glicemia senza striscette

Nel caso in cui trovaste i classici misuratori un po’ scomodi da usare per via del continuo ricambio degli strumenti, potrete orientarvi in altri modelli più pratici. Se dovete usare il glucometro quotidianamente, potrete infatti trovare ciò che ricercate nei misuratori di glicemia senza strisce. Si tratta di modelli facili da usare perché prevedono l’assenza di accessori monouso.

All’interno del prodotto troveremo infatti un nastro apposito collocato in uno sportellino dentro l’apparecchio. Il nastro scorre di continuo ad ogni uso. Al suo interno potremo poggiare la gocciolina di sangue per la misurazione e, una volta avvenuta la lettura, il nastro scorrerà e ci mostrerà un nuovo frammento pulito.

Questi apparecchi dispongono sempre di un pungidito quindi per funzionare dovremo sempre pizzicarci il polpastrello. Tuttavia si tratta di strumenti attaccati al prodotto, quindi non dovremo cambiarli ogni volta, basterà igienizzarli con cura.

Misuratori con i sensori

Se non volete avere un misuratore che vi costringe alla tortura di pungervi il dito per ogni valutazione, potrete orientarvi in alcuni modelli meno noti: quelli con i sensori.

Si tratta di glucometri a laser che non prevedono l’utilizzo di un pungidito. La lettura del glucosio del sangue avverrà direttamente dal braccio oppure puntando il dispositivo sul dito. Spesso però i sensori appaiono difettosi perché potrebbero non aderire perfettamente alla pelle.

Misuratori di glicemia facili da usare: diverse metodologie

Ora che vi abbiamo spiegato quali sono i vari misuratori di glicemia facili da usare, potremo spiegarvi in poche parole quali sono le metodologie di ciascun prodotto.

I primi due modelli utilizzano un metodo invasivo, ovvero prevedono l’utilizzo di un pungidito. Per chi deve fare molte misurazioni durante il giorno potrebbe sembrare una soluzione stressante. Tuttavia questo tipo di misuratori di glicemia, oltre ad essere facili da usare, risultano particolarmente efficaci e con una valutazione davvero precisa.

Tra i metodi non invasivi, collochiamo i modelli con i sensori fisico chimici, con degli apparecchi molto pratici da utilizzare. Questi misuratori di glicemia sono molto facili da usare e non prevedono l’atto di pungersi il dito. Tuttavia in commercio non ne troveremo molti e la misurazione spesso potrebbe non risultare precisa a causa della mancata aderenza dei sensori.

Miglio marche e prezzi

Se vuoi acquistare i migliori misuratori di glicemia facili da usare, potrai spaziare nelle farmacie e chiedere consiglio al farmacista oppure al tuo medico curante. Questi sapranno orientarti in modo corretto verso i dispositivi più adatti per te.

Ti consigliamo sempre di direzionarti verso i misuratori di glicemia delle marche più note. Questo perché solo i brand comprovati garantiranno una reale precisione nella valutazione e quindi nella lettura dei dati. Acquistare dei modelli molto economici non sarà una buona scelta per quando si parla di dispositivi con finalità salutari e mediche.

Tra i migliori marchi di misuratori di glicemia ti consigliamo di dare un’occhiata al catalogo di Beurer, di Accu Check ma anche di Smart Lab. Troverai dei prodotti di ottima qualità e molto facili da usare. Troverai sempre delle istruzioni utili con la spiegazione dei valori che ritroverai nel display nonché un’informativa sulla normalità dei parametri. 

Per quanto riguarda i costi, in commercio troverai dei misuratori di glicemia molto economici che partono da 15 euro e prodotti più costosi che arrivano anche a 60 euro. Quest’ultimi saranno ovviamente dei modelli di ultima generazione i quali consentiranno di avere anche una connettività con altri dispositivi.

Classe 1993, giornalista pubblicista e amante della scrittura a tutto tondo. Collaboro con diverse riviste e siti di settore, amo scoprire sempre cose nuove. Ho lavorato anche nel settore del volontariato e sono molto interessata alla salute. Mi piace conoscere nuovi dispositivi medici e raccontarli. La mia parola d’ordine è curiosità.

Back to top
menu
sceltamisuratoriglicemia.it